Finalmente una buona azione quotidiana

Un mio coetaneo con l’accento di quel posto tra gli Appennini e Milano: “Scusa, devo andare al Colosseo, sai mica dirmi la strada?”
Io: “Sì, guarda è…ehm…da quella parte” (ruoto come una lancetta impazzita e infine indico un palazzo di quattro piani, però è quadrato)
Il conducente della Panda bianca, perplesso: “E come ci vado da quella parte?”
Io: “Ehm…puoi girare lì, vai avanti un po’ su quella strada grande, poi vedi, è meglio se chiedi”
Lo pseudo-Scamarcio appena sveglio: “Io ho già chiesto” (sorride con mille denti a me e alla sua vita da supponente)
Io: “A chi?” (qui riconosco la musica della sua autoradio: è il Liga) 
L’elettore del PDS: “A te”
Io: “E io t’ho risposto, no?” (indossa una t-shirt rossa, di Praga, con scritto “to beer or not to beer”)
L’elettore dei DS: “Sì, ma quindi? Dopo la strada grande?”
Io: “Cosa? La morale della favola?”
L’elettore del PD, sfinito: “Ma sei di qui?”
Io: “Certo. Romano di Roma”
Lui: “E non sai da che parte devo andare per il Colosseo”
Io: “No, però un’idea te l’ho data”
Lui: “Devo andare avanti per quella strada grande e poi vedo per conto mio”
Io: “Sarei un buon padre, no?”
Lui: “Sì, certo” (se ne va via senza salutare)
Vai per la tua strada con il tuo Liga e buona fortuna, amico mio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.