Fritti, freschezza e lacrime

Fritti, freschezza e lacrime

Qualche tempo fa in una Cassia lontana lontana… Entro in rosticceria e su uno sgabello alla mia destra c’è un tipo sulla cinquantina, brizzolato, maglietta nera, jeans neri e sneaker giallo fluo, chino a guardare una partita di calcio della Roma sullo smartphone. Ha un casco appoggiato sulla testa, gli auricolari nelle orecchie e urla. – No! Nollo fa’ tira’! Vai! Vaiii! Lascialo pe’ tera qu’o…

View On WordPress

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.