Ieri, poco dopo le 19, nel traffico di fronte a San Pietro, alla mia destra un bambinello in micromachine si sporge ed urla: “Avemus Papa!”.
Sono raggelato, ma alla sinistra, sul marciapiede del lungotevere, una muta di suore si mette a urlare e correre con l’ombrello.
Le prime due di loro inciampano e cadono, le altre appresso.
Ci do dentro coatto con il motorello e corro via gioioso.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.