Il mio tempo è sempre più fine.
Borges scrisse che cade o cadde:
la pioggia è cosa sempre passata.
E sono caduti pure i miei passi,
sempre più lenti, più fini. Sosto,
bevo con la mano un sorso, e
scelgo le parole, le mie parole.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.