Leggendo qua e là, sembra che in un primo momento Schröedinger, per definire il suo celebre paradosso del gatto, avesse pensato non di collocare un malcapitato felino in una scatola, bensì un romano in una fermata dell’ATAC. Poi non riuscì a dimostrare in nessun modo che l’autobus esistesse davvero, così, onde evitare una strage, cambiò idea. (è una storia vera)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.