Leggevo qua e là un po’ di risibili arguzie sui socialini
scrivendo anche qualche meraviglioso commento imbecille mendicando like, quando
m’ha distratto un insettino entrato nell’orecchio, di quelli rumorosissimi e
fastidiosissimi; mentre smanacciavo per scacciarlo, ho guardato fuori dalla
finestra, mi sono accigliato e m’è venuto in mente che un’idea potrebbe essere
quella di mollare l’osso, alzare le mani e provare a fidarsi del governo greco,
un governo al potere per la chiarissima espressione di volontà di discontinuità
politica rispetto ai governi precedenti, garantendo quindi ai greci una cazzo
di occasione di autogovernarsi pienamente, finanziariamente ed economicamente,
dandogli fiducia su un piano di ristrutturazione del debito definito
autonomamente nelle politiche e nelle modalità attuative. Poi il mostriciattolo
s’è posato sullo schermo sopra un post Salvini/Tortura e l’ho schiacciato
rabbiosamente, perché non ci si deve permettere di interrompermi mentre mi sto
divertendo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.