L’uomo che si giudicava troppo

L’uomo che si giudicava troppo

Il treno che ritornava dal mare sbandava nauseato e frustrato, costretto a non più di sessanta chilometri all’ora per un indefinito guasto sulla linea. Dopo cinque vagoni a scansare gomiti e gambe di persone ingrigite dalla stanchezza come cadaveri e a evitare nel mezzo del corridoio valigie gonfie di costumi da bagno ancora intrisi di ogni possibile umore riuscendo a non far cadere due caffè,…

View On WordPress

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.