Ma tutti questi superficiali appassionati di musica che sostengono che il vinile si senta meglio, risposta in frequenza più ampia, suono caldo e vibrante, non come quello del freddo digitale, magari pure “lossy” come gli mp3 (orrore), per non dimenticare la figaggine vintage delle copertine giganti con sopra tutti i testi, questi dicevo, nella loro superficialità, si sono mai posti il problema della tipologia dei loro diffusori acustici? Detti volgarmente “casse”? Cioè magari hanno pure il telaio di legno (compensato cinese), ma i coni sono fatti di plasticaccia, bene che ti vada in kevlar. Mi fa venire la nausea tutta questa superficialità, vi giuro. Ma vuoi mettere il grammofono?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.