Mentre cucinavo ho fatto partire a tutto volume il primo movimento della
5a di Mahler facendo il matto e mimandone le percussioni. Risultato: il
gatto s’è acquattato sul divano con le orecchie appizzate, la gatta è
schizzata arrampicandosi sulla libreria cercando una via di fuga
impossibile (ha appena iniziato “Cuore di tenebra” di Conrad) e poi m’ha
bussato alla porta il vecchio Gustav. Un poco sporco di terra e più
magro di come lo ricordassi, m’ha fatto: “Buonaseeera! Marcetta o
scherzetto?”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.