Paralleli asimmetrici

Dopo aver trasmesso sicurezza alla difesa con un’uscita perentoria, il portiere fa un rilancio lungo che viene intercettato nel traffico da un motorino del centrocampo, il quale la smista subito al regista dal passo lento ma dotato di geometria, che fa un lungo lancio col contagiri, iniziando una manovra avvolgente allargando il gioco sulla fascia.
L’estroso trequartista, genio e sregolatezza, dribbla in un fazzoletto il ruvido difensore che aveva cercato di anticiparlo con un intervento scomposto e la mette in mezzo, dove il bomber, sempre avulso dal gioco ma sempre rapace in area di rigore, la butta dentro con il consueto cinismo.
Uno a uno in zona Cesarini e palla al centro: nulla di fatto.
Le squadre sono stremate: incombe la lotteria dei calci di rigore.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.