Poco fa all’Auditorium.
Vado in biglietteria e invaso dal terrore chiedo di acquistare dieci (10) biglietti per tre (3) spettacoli diversi per quattro (4) persone diverse pagando con tre (3) carte diverse. E senza Mastercard.
La sagace signora della biglietteria evidentemente capisce la tragedia emotiva che mi consuma, così esordisce, con la voce di una mamma al piccolo che s’è appena sbucciato il ginocchio per la prima volta: “Stia tranquillo, signore, andrà tutto bene”.
Volevo abbracciarla.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.