“Purtroppo oggi chi vuol essere felice, sceglie, curiosamente, di arrivarci attraverso l’infelicità. Come in quelle domeniche di estate quando si lascia in tutta fretta la città per il mare, inscatolati in un’automobile che sembra un forno, frastornati su strade strapiene in un fracasso infernale, in un mare inquinato, e poi… il lento e polveroso “tapis roulant” del ritorno… una giornata di vero e distensivo piacere avrebbe dovuto consistere nel restare in città, a casa.”

Stat’v’ a cas’, di Leonardo Sciascia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.