Ricettina facile facile

Stasera fate come vi dico. Prendete delle patate belle grandi e fatele a fettine sottili, senza sbucciarle e senza tagliarle fino in fondo, in modo da ottenere una specie di organetto. Disponetele su una teglia e condite con olio d’oliva extravergine, spezie ed erbe aromatiche a piacimento, ma senza sale (lo aggiungerete alla fine), poi mettetele in forno per settanta minuti, che trascorrerete leggendovi un editoriale di Scalfari a piacimento. Ora che è passata quella settantina di minuti, accendete pure il forno (le patate crude fanno male) e dedicate il tempo di cottura a finirvi di leggere la seconda parte dell’editoriale. Sfornatele, salatele…e buon appetito!

Edit: sabrinaonmymind ci chiede: “A quanti gradi?”. Innanzitutto, grazie per la domanda. Il mio consiglio è di programmare il forno alla temperatura più ragionevolmente bassa possibile, così da intenerire le patate belle grandi e non disperdere né gli aromi né le energie necessarie alla comprensione del testo. La pazienza è la virtù dei forti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.