Ricordo che un giorno di tanti anni fa ascoltando i Dream Theater ho
riconosciuto che un passaggio di un loro pezzo strumentale era suonato
prima in 13/8, poi in 6/8, infine in 7/8.
Credo di non essere mai stato così lontano dalla fica.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.