Roma, 4 dicembre 20131993

Caro diario,

oggi dopo scuola ho giocato a pallavolo tutto il pomeriggio, mi sono divertito un sacco, poi sono tornato a casa (dalla cucina arrivava profumo di pasta e fagioli), mi sono buttato ancora tutto sporco di sudore sul divano e ho acceso la TV.
Non so perché, ma era su Rete4, che a casa non guardiamo quasi mai, e c’era il telegiornale con Emilio Fede, quello nuovo, con lo schermo gigante dietro, e dietro Emilio Fede c’era una proiezione gigante di Frank Zappa in un suo concerto, e Emilio Fede ha detto: “Oggi è morto a Los Angeles il cantante rap Frank Zappa”.
Poi sono andato a dirlo a mamma e papà e ho chiamato Luca, che lo sente anche lui…l’ha presa proprio male.

Però ho capito una bella cosa, sì, perché io sento Frank da quando sono piccolo e stavo alle elementari, me lo ha fatto ascoltare zio Maurizio, che mi ha anche fatto una compilation, ed è come uno di famiglia per me.
Oggi ho capito davvero che quello che provo io non lo sa nessuno, a meno che non glielo dica io in qualche maniera, e che se lo faccio mi sento un po’ meglio, anche se poi piango un po’.

Emiliano

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.