Un tuffo nel passato. Ero alle elementari, e quel giorno mi dovevano aver fatto qualcosa di brutto. Non ricordo cosa, ma evidentemente era qualcosa che mi ero tenuto dentro e che mi aveva fatto incazzare parecchio, perché mi ero ripromesso di fargliela pagare pesantemente il giorno dopo. Il giorno dopo, però, semplicemente, la cosa mi era già passata di mente, bontà mia, così la giusta punizione non si abbatté sui colpevoli e, sono certo, la giornata di scuola passò tra i soliti frizzi e lazzi. Se non che, al ritorno a casa dopo la scuola, mi ricordai della mancata punizione, e così, perché la giustizia facesse sine dubio il suo corso, mi scrissi un appunto sulla lavagna che avevo in cameretta. E infatti, al risveglio, trovai lì il mio utile appunto, che ricordo molto chiaramente quasi fosse oggi: era scritto in rosso, grande e in stampatello: “NON PARLARE PIÙ ALLE FEMMINE”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.